Non sei connesso Connettiti o registrati

MOTOGP 2010 - GP GIAPPONE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 MOTOGP 2010 - GP GIAPPONE il Gio 30 Set 2010, 16:08

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Il circus del Motomondiale arriva in Giappone per il 14° round della stagione 2010 che si corre sul tracciato di Motegi.
In casa Yamaha Valentino Rossi ha la spalla che fa male, moto con problemi di assetto e una buona dose di sfiga sono gli ingredienti del cocktail più amaro della stagione in pista, e non ultimo deve fare i conti con il poco entusiasmo in cui il popolo Ducatista sta chiaramente manifestando l'approdo alla casa di Borgo Panigale. Motegi arriva ma non ci si aspetta una granchè dal plurititolato, che fino al giorno dell’operazione non può candidarsi a vincitore di una gara.
Al contrario, dall’altra parte del box Fiat Yamaha, Jorge Lorenzo sente odore di titolo mondiale, nonostante un quarto posto ad Aragon molto sofferto e purtroppo inevitabile, causa M1 spompata.
In casa Ducati Aragon è stato il GP della svolta in questo 2010. Una vittoria che toglie via la polvere dallo scaffale dei trofei e rilancia nell’olimpo di “quelli che contano” la figura di Casey Stoner, leggermente annebbiata dalle troppe cadute di inizio stagione e le continue incomprensioni con la ciclistica della Desmosedici. Motegi arriva come un fulmine questo weekend, e Casey si metterà nuovamente alla prova con i nuovi settaggi.
Gara di casa invece per il team Repsol Honda. Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, arrivano a Motegi con le giuste motivazioni. Il primo sta vivendo un periodo di splendida forma nel quale tutto sembra filare liscio. Il connazionale Lorenzo è lontano, ma il mondo del motociclismo non permette certo di rilassarsi: il colpo di scena è sempre dietro l’angolo.
Il nostro “Dovi” è staccato in classifica generale dal compagno di squadra, ma il quinto posto assoluto gli permette comunque di essere ottimista in vista delle ultime tappe del mondiale 2010. Si arriva in Giappone con 4 mesi di ritardo rispetto al calendario MotoGP, a causa dei disagi causati in tutta Europa dall’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull (…giuro che non ho premuto tasti a caso sulla tastiera…).

ORARI E TV
Sabato 2 Ottobre
ore 6.55 MotoGP, Qualifiche Italia 1, diretta
ore 8.10 Moto2, Qualifiche Italia 1, diretta

Domenica 3 Ottobre
ore 5.00 125, Gara Italia 1, diretta
ore 6.15 Moto2, Gara Italia 1, diretta
ore 8.00 MotoGP, Gara Italia 1, diretta
ore 10.20 125, Gara Italia 1, replica
ore 11.20 Moto2, Gara Italia 1, replica
ore 14.00 MotoGP, Gara Italia 1, replica


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

2 Re: MOTOGP 2010 - GP GIAPPONE il Sab 02 Ott 2010, 19:07

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
A Motegi prima pole per Dovizioso

Rossi torna in prima fila dopo l’incidente del Mugello

Qualcosa si muove, nella MotoGP che fa tappa nella terra del Sol Levante, a Motegi. La notizia è una, anzi le notizie sono due: la prima pole, meritatissima, di Dovizioso (1’47. 001) e il ritorno in alto, attesissimo, di Rossi, secondo. Così due italiani ai primi due posti della prima fila, seguiti da Stoner, sempre scontento ma anche oggi efficace.
In seconda fila, l’attento Lorenzo (sua prima seconda fila stagionale) con il mondiale e il nuovo contratto biennale in tasca, il ritrovato Edwards, il sempre più .. presente Spies.
Le prime due file parlano chiaro. Dovizioso (ancora senza contratto), almeno in prova, ha coperto il gap del numero due e ha superato brillantemente la difficile prova di … fare le veci del caposquadra Pedrosa, assente forzato per la brutta botta subita ieri in prova. La pole dell’italiano dimostra anche i passi da gigante compiuti dalla Honda, attualmente la moto più performante del lotto.
Poi Rossi. Il bel tempo e il buon passo rasserena il campione pesarese e, pur non mettendo in dubbio la veridicità della spalla “grippata”, dimostra che, almeno oggi, il pilota sa e può guidare sopra i problemi, anche quelli fisici. Il motore evoluzione della Yamaha può avere giovato: di certo, male non fa.
Infine Stoner. L’australiano pare giocare con se stesso (e con gli altri), continuando ad alternare giri e prestazioni eccellenti con giri e prestazioni da … svogliato. L’australiano è tornato alla Desmosedici “corta”, forse perché, al di là di assetti e bilanciamenti, lo rassicura psicologicamente.
Per ultimo, la Yamaha. La Casa dei tre diapason piazza quattro moto nelle prime due file: non agguanta la vetta, ma dimostra una “continuità” che nel forcing della corsa potrebbe risultare determinante.
Poco da dire sugli altri: Simoncelli buon ottavo, Capirossi nella top ten, Melandri solo dodicesimo. Cadute per l’imolese della Suzuki e per Barbera. Molti i dritti.
Il meteo, per domani, non esclude pioggia. Che sia la “prima” di Dovizioso? O il colpaccio di Valentino? O la nuova stoccata vincente di Stoner? Occhio a Lorenzo: potrebbe mettere tutti d’accordo…

MOTO2
Julian Simon ha siglato la pole position della classe Moto2 a Motegi. In qualifica lo spagnolo del team Aspar è stato autore di un gran giro nelle fasi finali della sessione che gli ha permesso di piazzarsi davanti a tutti. Dietro all’iberico Scott Redding, secondo sul finale, che paga 284 millesimi da Simon, il giapponese Yuki Takahashi, terzo a 431 millesimi, galvanizzato sulla pista di casa, mentre chiude la prima fila Toni Elias, al comando per tre quarti del turno.
Seconda fila per Claudio Corti, bravo a seguire un trenino veloce sul finale, Alex De Angelis, un ritrovato Karel Abrahm e Stefan Bradl.
Per quanto riguarda gli altri italiani, Iannone è 10° (ed è stato autore di un dritto all’ultimo giro mentre cercava di migliorare la propria posizione in griglia), Rolfo 11°, Baldolini 15°, De Rosa 17°, Corsi 18° e Lamborghini 33°.

125
Marc Marquez ha impressionato in qualifica a Motegi nella classe 125 GP. Lo spagnolo del team Red Bull Ajo Motorsport ha siglato un incredibile 1’58’’030 e si è ripetuto in diversi passaggi, mettendo in mostra un passo insostenibile per tutti gli altri piloti in pista.
Secondo tempo per il leader del Mondiale Nico Terol, che paga dal rivale 417 millesimi. Segue poi il suo compagno di squadra Bradley Smith, terzo, mentre chiude la prima fila Sandro Cortese, quarto.
Seconda fila per il giapponese Tomoyoshi Koyama ed Esteve Rabat, rispettivamente quinto e sesto. Ancora problemi per Pol Espargarò, fermo ai box nelle fasi finali della sessione. Lo spagnolo del team Tuenti si è qualificato settimo. Ottimo ottavo tempo per Simone Grotzkyj Giorgi, ottavo in griglia e ultimo della seconda fila, nonostante una scivolatina all’ultimo giro.
Per quanto riguarda gli altri italiani, Ravaioli è 19°, Savadori 29°, Marconi 31° e Gabrielli, che ha concluso le prove con un volo a metà sessione nel quale ha distrutto la moto, ma per fortuna ne è uscito senza conseguenze fisiche, 32° ed ultimo.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

3 Re: MOTOGP 2010 - GP GIAPPONE il Dom 03 Ott 2010, 11:36

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Stoner domina il GP del Giappone

Dovizioso e Rossi sul podio. Lorenzo è quarto

Casey Stoner ha letteralmente dominato, praticamente dal primo all’ultimo giro il Gran Premio del Giappone della MotoGP. L’australiano a Motegi centra così il secondo successo consecutivo della stagione, dopo quello di Aragon, girando sempre con tempi da qualifica. Gran gara per Andrea Dovizioso, che ha chiuso a 3 secondi e 8 dall’australiano della Ducati, dopo aver provato in tutti i modi a rimanere attaccato a Casey.
Podio colto coi denti per Valentino Rossi, che ha risposto a tutti gli attacchi di Jorge Lorenzo, piegando il compagno di squadra, quarto sotto la bandiera a scacchi. Il duello tra i due piloti Yamaha nelle fasi finali della gara è stato esaltante, ma è anche stato l’unico momento di vero interesse di una gara che ha visto i primi 4 girare fortissimo, ma sempre con distacchi più o meno invariati. Rossi torna quindi sul podio dopo un bel duello, ma comunque non ha potuto nulla contro lo stradominio di Stoner.
Dietro ai primi 4, con distacchi importanti, hanno chiuso Colin Edwards, Marco Simoncelli, Alvaro Bautista e Ben Spies, ottavo dopo aver fatto un dritto al primo passaggio. Melandri è 11°, mentre fuori Capirossi a 3 giri dalla fine. Loris era settimo con Bautista in scia, ha fatto un piccolo dritto ma gli si è spentala moto.
Al via Dovizioso parte benissimo, seguito da Stoner e Rossi, ma Lorenzo passa il Dottore alla seconda curva. A metà del primo giro però Stoner va al comando, seguito da Dovizioso, Lorenzo e Rossi, Edwards, Capirossi e Simoncelli, mentre Spies e Hayden fanno un dritto. Valentino si è attaccato a Lorenzo e, una volta risorpassato, segna il giro veloce della gara, cercando di riagganciarsi a Stoner e Dovizioso. Il Dottore però non riesce però a recuperare, perché davanti Stoner e Dovizioso girano con tempi da qualifica.
A due giri dalla fine si rischia il botto, con Lorenzo che sorpassa Rossi, Vale risponde e Jorge tenta di rispondere. I due si toccano, finiscono quasi sull’erba e Valentino rimane davanti. All’ultimo giro Lorenzo risorpassa Valentino che risponde la cura dopo e riesce a guadagnare il terzo gradino del podio, mentre Stoner vince davanti ad Andrea Dovizioso.

MOTO2 - Toni Elias ha vinto il GP del Giappone

Lo spagnolo precede Simon e Abraham

Toni Elias non ha sbagliato nulla ed è andato a vincere il Gran Premio del Giappone della classe Moto2 in Giappone. Il pilota del team Gresini, alla settima vittoria stagionale, è partito fortissimo, ha preso la testa da Takahashi, ha risposto immediatamente all’attacco di Simon ed è andato a vincere il GP davanti al connazionale che gli è arrivato in scia sotto la bandiera a scacchi.
Con ancora 4 GP da disputare Toni ha un margine di vantaggio di 81 punti su Simon, quando ci sono ancora 100 punti da assegnare.
Terzo posto per Karel Abraham, autore di una gran gara in recupero sempre in scia ad Alex De Angelis. Alla penultima curva il ceco ha attaccato il sammarinese, la sua moto ha sbandato ed ha costretto il sammarinese a chiudere il gas e a terminare la gara in quarta posizione.
Alex, una volta tagliato il traguardo, ha dichiarato che la sua moto tendeva a spegnersi, spiegando così il gran recupero nell’ultimo giro di Abraham, che sale su podio, il primo della sua carriera nel Motomondiale, dimostrando di aver recuperato dagli incidenti di Brno, che l’avevano lasciato un po’ appannato nelle ultime gare.
Quarto posto quindi per De Angelis, che ha preceduto Redding, Bradl, Luthi e Rolfo. Per quanto riguarda gli altri italiani, Corsi è 11°, Iannone, autore di un bel recupero, un dritto e un nuovo recupero, ha tagliato il traguardo 14°, Corti 15°, De Rosa 15° e Lamborghini 33°.

125 - Marquez ha dominato il GP del Giappone

A Motegi piega Terol e si porta a -6 in campionato

Marc Marquez non ha sbagliato nulla ed è andato a vincere il GP del Giappone della classe 125 a Motegi. Lo spagnolo, dopo la sfortuna di Aragon, dove è stato buttato a terra subito al via, è partito abbastanza cauto, si è messo in scia al fuggitivo Terol, suo diretto avversario nel mondiale e verso metà gara l’ha passato imponendo il proprio ritmo. A questo punto il pilota del team Aspar non ha potuto niente contro il connazionale che è andato così a vincere la settimana gara stagionale. Con ancora quattro gare da disputare Marquez si porta a – 6 punti di ritardo da Terol, che continua a guidare il mondiale.
Terzo posto per Bradley Smith, che taglia il traguardo a 8 secondi da Marquez, mentre quarto è Espargarò, che dopo un weekend di prove sfortunato, dove è caduto due volte ed ha rotto una volta il motore, perde ancora punti in campionato, ma resta comunque in lizza per il titolo iridato con 13 punti di ritardo su Terol.
L’avvio della gara ha visto il brutto incidente di Vazquez e Folger. Lo spagnolo, appena partito, si è toccato con Smith e ha tagliato il rettilineo da una parte all’altra andando a colpire un incolpevole Folger. Entrambi i piloti sono caduti, andando a fermarsi contro il muretto dei box. Portati via in barella, per fortuna, entrambi non hanno avuto gravi problemi.
Sfortunata gara per Sandro Cortese, caduto quando era in lotta per il terzo posto. Il tedesco di origine italiana ha chiuso 12°, davanti al nostro Simone Grotzkyj Giorgi, 13°, e autore i una brutta partenza che ha condizionato la sua gara.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

4 Re: MOTOGP 2010 - GP GIAPPONE il Dom 03 Ott 2010, 21:49

peroni67

avatar
m'briak
m'briak
CHE VALENTINO OGGI!!!
QUANDO HA FATTO STARE DIETRO LORENZO HO AVUTO UN................non si può spiegare. JORGE CREPA!!!
U UAN G VEN G V'DIM
Very Happy

Vedi il profilo dell'utente

5 Re: MOTOGP 2010 - GP GIAPPONE il Dom 03 Ott 2010, 22:18

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
peroni67 ha scritto:CHE VALENTINO OGGI!!!
QUANDO HA FATTO STARE DIETRO LORENZO HO AVUTO UN................non si può spiegare. JORGE CREPA!!!
U UAN G VEN G V'DIM
Very Happy
Qull'ultimo giro è stato da favola, una vera lezione di moto. Piano piano il campione sta tornando.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum