Non sei connesso Connettiti o registrati

MOTOGP 2010 - GP FRANCIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 MOTOGP 2010 - GP FRANCIA il Ven 21 Mag 2010, 18:44

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Il Motomondiale si riaccende a Le Mans

Parlando di Le Mans si pensa di solito alla gloriosa 24 ora, ma non esiste solo la Le Mans corsa su la Sarthe, ma anche quella dei funamboli a due ruote. Nel fine settimana ritorna il Motomondiale, carico di aspettative e novità, carico di incognite e ambizioni, immerso in un mercato che ha già fatto intravedere clamorosi scenari.

Lorenzo pronto ad allungare - Il punto fermo è la classifica mondiale, sconvolta subito dalla grande prestazione in Spagna di Jorge Lorenzo, e dalla spalla dolorante di Valentino Rossi. Un classifica che vede in affanno Casey Stoner dopo sole due gare, con l'australiano colpito a freddo nella rovinosa caduta a Losail, e anestetizzato a Jerez da una Ducati poco competitiva.

Lo spagnolo della Yamaha, invece, arriva per la prima volta da leader in Francia con l'ambizione di rendere ancora più difficile il compito al rivale Rossi, e tentare una prima timida fuga sfruttando il piccolo vantaggio attuale.
"Spero che i tifosi non si aspettino un fine settimana identico a quello dell'anno scorso! - ha affermato Lorenzo sul sito della MotoGp -. Ho vinto due volte a Le Mans, la scorsa stagione e quando ho vinto il mio secondo titolo nella 250, quindi non vedo l'ora riprovarci. Ho avuto quasi tre settimane di riposo dopo la gara di Jerez e sono pronto per questa seconda gara europea".

Rossi non molla - Lorenzo ha superato l'infotunio alla mano di inizio campionato, pronto a spingere ancora per allontanare il prossibile ritorno del Dottore, che a Le Mans cerca di affidarsi alla sua volgia di riscatto e al potenziale della sua Yamaha su questo tracciato: "Nonostante il disastro dello scorso anno, Le Mans è una buona pista per me - ha affermato il campione del mondo in carica - e lì la Yamaha si è sempre comportata bene. Il problema maggiore è il tempo, ma dopo la pioggia dell'anno scorso penso che ci meritiamo un GP di Francia con il sole!"

Ducati alla riscossa - Non mancherà stavolta Stoner costretto a uan prova di forza per rialnciare le ambizioni mondiali, punzecchiato anche dalla crescita all'interno della sua squadra di Nicky Hayden, rigenerato dal nuovo motore e dalla prodigiosa ciclistica della GP10. Lo statunitense ha offerto due prove magistrali a Losail e Jerez, e ora pare poter recitare un ruolo da giudice nella corsa verso il titolo; ma non ha mai tanto apprezzato Le Mans e stavolta pare motivato anche dal voler sfatare questo tabù.

Pedrosa si rilancia - Giudice del campionato dovrebbe esserlo anche Dani Pedosa, ma con risvolti diversi. Le ambizioni da titolo per il pilota Honda restano intatte, visto l'attuale terzo posto in campionato, ma serve una conferma sul ritmo gara anche in Francia dopo la prova ubriacante di Jerez, su un circuito amico e conosciuto al millimetro. L'esaltazione di correre a casa non sarà la stessa in Francia, come sarà diversa la pista su cui dovrà esprimersi il potenziale della nuova RC212V, con cui a Losail ha faticato rispetto ad Andrea Dovizioso. Proprio il forlivese è stato quasi sempre protagonista sul tracciato francese, con diversi podi nelle classi minori e uno sfiorato la scorsa stagione.

Altri protagonisti - Le altre incognite hanno i nomi dell'esordiente Ben Spies, debuttante anche a Le Mans, che sta gestendo bene il confronto con i rivali più blasonati e al moemnto è il milgiore tra i nuovi arrivati; l'altro statunitense Colin Edwards che alterna prestazioni sottotono a gare esaltanti e Marco Melandri, autore di una buona prova a Jerez. Protagonista atteso è anche il pilota di casa Randy De Puniet, che tra i non ufficiali è attualemnte il milgiore con 17 punti in sesta posizone assoluta.

Gomme a due facce - Per quanto riguarda gli altri italiani presenti nel Mondiale, si attende una buona prova da Loris Capirossi, impegnato ancora a rendere maggiromente competituiva una Suzuki dotata di un nuovo motore ma in ritardo rispetto alle altre rivali; un aspetto che riguarda anche Marco Simoncelli ancora sottotono considerando il proprio potenziale. Da registrare anche la presenza di Àlvaro Bautista, operato per una lieve frattuta alla clavicola in allenamento, che sarà regolarmente al via di questo velocissimo fine settimana. mnetre sul piano tecnico la Brdgeston introdurrà una nuova mescola media asimmetrica, data la conformazione del tracciato francese. "Il circuito ha un disegno asimmetrico dove le curve verso destra sono più dure di quelle a sinistra, in special modo alla curva 9 - ha affermato al sito della categoria il Manager dello sviluppo gomme Bridgestone Motorcycle Tohru Ubukata -, per questo Le Mans è il primo tracciato dell'anno nel quale utilizzeremo pneumatici a-simmetrici, anche se solo per la mescola media. Per quanto riguarda la mescola morbida posteriore sarà la stessa di Jerez".

PROGRAMMA TV
Sabato 22 maggio 2010
MotoGP QP 13:55 - 14:55
Moto2 QP 15:10 - 15:55
Diretta Italia1
Domenica 23 maggio 2010
125cc gara 11:00
Moto2 gara 12:15
MotoGP gara 14:00
Diretta Italia1


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

2 Re: MOTOGP 2010 - GP FRANCIA il Mer 26 Mag 2010, 19:28

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Lorenzo fa il vuoto; poi Rossi e Dovizioso

In Francia dominio incontrastato dello spagnolo della Yamaha che centra il secondo successo stagionale in MotoGp. Il Dottore si accontenta del secondo posto, mentre un grandissimo Dovizioso chiude terzo; Stoner ancora nella ghiaia. Melandri sesto

Tre i verdetti che arrivano da Le Mans, nel terzo appuntamento stagionale di MotoGp. Primo: attualmente Jorge Lorenzo è il pilota più forte e più veloce del circus. Secondo: Valentino Rossi fatica a contrastare lo strapotere del compagno di box. Terzo: Stoner è ufficialmente tornato "Rolling".

Secondo successo stagionale per lo spagnolo della Yamaha (28esimo in carriera) che dopo il trionfo casalingo a Jerez detta legge anche in Francia. Lorenzo, nonostante una partenza al singhiozzo, non perde tempo andando a riprendersi il secondo posto ai danni di Pedrosa; Rossi mantiene la testa della corsa, ma il Dottore soffre il ritorno del compagno di squadra che sembra decisamente più veloce. Il primo colpo di scena arriva però dopo appena tre giri quando Casey Stoner si sdraia sulla ghiaia imitando il capitombolo del Qatar: dopo la deludente prova spagnola, l’australiano della Ducati conferma il suo momento nerissimo. Le ultime voci di mercato non possono essere certo un alibi per uno Stoner sempre più lontano parente dello splendido pilota ammirato nelle passate stagioni. Il campionato, dopo appena tre gare, è ampiamente compromesso e ora a Borgo Panigale si dovranno interrogare sulla tenuta mentale del centauro australiano.

In pista si accende il duello Lorenzo-Rossi col primo che prende le misure dell’avversario, mentre Rossi resiste come può fino al giro numero 12. Qui, in pratica, finisce la corsa perché l’iberico guadagna con autorità la testa della corsa cominciando a imprimere un ritmo indiavolato e soprattutto insostenibile per tutti gli altri. Rossi in primis. Il Dottore capisce di non poter reggere il confronto e decide così di portare a casa un prezioso secondo posto. Le ultime emozioni della corsa le regalano così Pedrosa e Dovizioso che si giocano il gradino più basso del podio negli ultimi giri. Il derby Honda si risolve a favore del centauro forlivese proprio nell’ultima tornata, mentre Dani va in tilt finendo per due volte lungo favorendo così anche il ritorno di Hayden che ringrazia e chiude quarto. Da sottolineare anche l’ottimo sesto posto di uno spumeggiante Melandri, mentre Simoncelli non va oltre al decimo posto; giornata da dimenticare per Capirossi (caduta al settimo giro), ancora in difficoltà con la sua Suzuki.

Lorenzo dunque allunga anche in classifica generale, portandosi a quota 70 punti (9 in più di Valentino), mentre al terzo posto si piazza un sempre più convincente Dovizioso (42). Stoner, dicevamo, si ritrova a dover inseguire con soli 11 punti a disposizione.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum