Non sei connesso Connettiti o registrati

MOTOGP 2010 - GP GERMANIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 MOTOGP 2010 - GP GERMANIA il Mer 14 Lug 2010, 10:24

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Il Sachsenring attende Lorenzo e rivali

La MotoGP si avvicina all'ottavo appuntamento stagionale con l'eni Motorrad Grand Prix Deutschland. Tutti ad inseguire Lorenzo, mentre si attende la decisione di Rossi che potrebbe tornare in sella alla sua M1.

Cinquantadue punti su Dani Pedrosa e ben settantaquattro su Andrea Dovizioso, rispettivamente secondo e terzo nel Campionato del Mondo MotoGP, sono il miglior biglietto da visita per il leader della classifica Jorge Lorenzo, che arriva al Sachsenring per l'eni Motorrad Grand Prix Deutschland, nella miglior forma possibile. Sempre sul podio fino ad ora e con tre vittorie (delle cinque totali) consecutive, lo spagnolo della Fiat Yamaha affronterà questo fine settimana uno dei quattro circuiti del calendario in cui non ha mai vinto in nessuna categoria. Il suo miglior risultato qui è un secondo posto risalente allo scorso anno.
Il suo più diretto rivale Dani Pedrosa, seppur sempre veloce tra le curve tedesche, non ha buoni ricordi di questa pista, scenario del suo più grave infortunio che risale al 2008 quando era leader della classifica generale. Il pilota Repsol Honda ha vinto qui nel 2007. Peggior situazione per Andrea Dovizioso che sul circuito del Sachsenring non ha mai raccolto nemmeno un podio, pur essendoci arrivato vicino in varie occasioni.
Curriculum positivo per Nicky Hayden (Ducati Team) sul circuito tedesco: qui l'americano ha conquistato quattro podi consecutivi tra il 2004 e il 2007 e il Sachsenring rimane il tracciato più vincente per l'ex Campione del Mondo 2006 che ora è quarto in classifica con 69 punti. Stessi punti per Randy De Puniet che si sta rendendo protagonista di un'annata storica per il team LCR Honda e che sul tracciato dell'eni Motorrad Grand Prix Deutchland vorrà riprendersi dalla delusione dello scorso anno quando cadde durante il primo giro. Il suo miglior piazzamento con la classe regina è un ottavo posto nel 2008.
Ancora in ritardo in classifica, e recentemente "accasatosi" con la Honda ufficiale a partire dal 2011, Casey Stoner sta tornando in auge anche con la Ducati, con cui ha trovato i primi podi della stagione prima ad Assen e poi a Montmeló. L'australiano ha vinto al Sachsenring nel 2008 con la pioggia e rimane tra i favoriti per i 25 punti per questo fine settimana.
Ben Spies (Monster Yamaha Tech3), Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini) e Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) completano la top ten della classifica generale, con l'americano sempre più leader del mondiale rookies con venti punti di vantaggio sul numero 58.
Tra le novità di questo fine settimana il ritorno di Alex de Angelis nella classe regina con il team Interwetten Honda MotoGP in sostituzione dell'infortunato Hiroshi Aoyama mentre rimane in dubbio se in Fiat Yamaha rivedremo la moto numero 46 di Valentino Rossi o la numero 8 di Wataru Yoshikawa...domani la decisione finale.

COSI IN TV

Sabato 17 luglio
Italia 1
13.55 MotoGP Qualifiche (diretta)
15.00 125 Qualifiche (sintesi)
15.15 Moto2 Qualifiche (diretta)

Domenica 18 luglio
Italia 1
10.45 125 Gara (diretta)
12.15 Moto2 Gara (diretta)
14.00 MotoGP Gara (diretta)


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

2 Re: MOTOGP 2010 - GP GERMANIA il Sab 17 Lug 2010, 18:53

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Lorenzo: pole anche sul Sachsenring

Il leader del mondiale trova la quarta pole consecutiva e domani condividerà la prima fila con Stoner e Pedrosa. Buona prova di Rossi quinto alle spalle del connazionale Dovizioso.

Sessione col brivido nel pomeriggio dell'eni Motorrad Grand Prix con la rottura del motore da parte di Jorge Lorenzo che crea non pochi problemi in pista. Un incendio al motore dello spagnolo sul rettilineo principale del Sachsenring, e la conseguente perdita d'olio della Fiat Yamaha numero 99, costringono al suolo prima Ben Spies e subito dopo Randy De Puniet.
Se per l'americano la caduta non comporta conseguenze fisiche importanti (rientrerà in pista e chiuderà 13º), per il francese del team LCR (comunque 7º) è d'obbligo una visita alla clinica mobile ed è in dubbio la sua presenza nella gara di domani.
L'inevitabile bandiera rossa ferma la sessione per poco più di venti minuti, e al rientro in pista i soli Jorge Lorenzo e Casey Stoner è in grado di superare l'1'21.948 registrato da Dani Pedrosa nella prima parte. Sarà questa la prima fila con Lorenzo alla conquista della quarta pole stagionale e consecutiva.
Andrea Dovizioso ritrova fiducia e tempi e domani aprirà una nobile seconda fila nella quale troviamo anche Valentino Rossi. L'italiano del team Fiat Yamaha al rientro si ferma a 578 millesimi dalla vetta. Al loro fianco anche ector Barberá alla miglior qualifica in carriera nella classe regina
Nel finale caduta anche di Alex de Angelis con la
Interwetten MotoGP Honda. Nessun problema per lui.

MOTO2: Andrea Iannone domina nelle qualifiche del Sachsenring

Con sette decimi di vantaggio sui primi inseguitori, il pilota del Fimmco Speed Up punta ad un altro week end da assoluto protagonista.

Settima pole in carriera, la quarta quest'anno, la terza stagionale per un Andrea Iannone in totale rampa di lancio. L'abruzzese del team Fimmco Speed Up sembra aver trovato il feeling perfetto con il suo prototipo 600 e i tempi parlano per lui. Unico in grado di correre sotto l'1'25, il numero 29 punta a regalarsi la terza vittoria del 2010 e ad entrare nella pausa estiva sempre più vicino alla leadership della classifica.
Dietro al trionfatore di Mugello, Assen e, perché no, Catalunya, si piazza a sorpresa il pilota di casa Arne Tode. L'alfiere del team Racing team Germany, la cui due giorni ad Aragon come collaudatore Suter ha sicuramente fatto bene, precede il duo spagnolo formato dal leader del Mondiale Toni Elias (Gresini Racing) e dal Campione del Mondo in carica classe 125 Julian Simon (Mapfre Aspar). I primi tre rivali, vicinissimi tra loro, accusano però quasi sette deicmi da Iannone.
Gabor Talmacsi (Fimmco Speed Up), Simone Corsi (JiR Moto2), Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) e Shoya Tomizawa (Technomag-CIP) completano la top8.
Le cadute della sessione sono per Ricky Cardus, nuovo pilota del Maquinza Team, Toni Elias (Gresini Racing) e Jules Cluzel (Forward Racing).

125: Al Sachsenring sesta pole stagionale per Marquez

Il pilota del Team Red Bull Ajo Motorsport senza rivali nelle qualifiche dell'eni Motorrad. Per lui record della pista con il tempo di 1'26.053

La caduta di questa mattina, le condizioni meteo incerte e le peculiari caratteristiche del circuito del Sachsenring non allontanano Marc Marquez dalla sua posizione di dominio nella classe 125 con lo spagnolo della Red Bull Ajo Motorsport che anche domani partirà dalla pole position nell'eni Motorrad Grand Prix Deutschland. Per il numero 93 si tratta dell'ottava pole in carriera, la sesta stagionale.
L'eni Motorrad Grand Prix Deutschland potrebbe trasformarsi in un trionfo per il giovanissimo pilota, che ha come obiettivo la leadership del Campionato durante la pausa e il record di Rossi per vittorie consecutive nell'ottavo di litro.
Il suo rivale per il titolo Pol Espargaró ci prova in tutti i modi, ma è costretto ad "accontentarsi" della seconda posizione, ancora senza pole position nel 2010. Prima fila completata da Bradley Smith (Bancaja Aspar)e Sandro Cortese (Avant Mitsubishi Ajo).
Randy Krummenacher (STIPA-Molenaar Racing), Efren Vazquez (Tuenti Racing), Tomoyoshi Koyama (Racing Team Germany) e Johann Zarco (WTR San Marino Team) completano la seconda fila.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

3 Re: MOTOGP 2010 - GP GERMANIA il Lun 19 Lug 2010, 12:36

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Pedrosa torna sul gradino più alto al Sachsenring

Prova di maturità dello spagnolo del team Repsol Honda, ora più che mai rivale del connazionale Jorge Lorenzo,2º. Grande il rientro di Rossi che si gioca il podio fino all'ultimo con Stoner.

Succede un po' di tutto nell'eni Motorrad Grand Prix Deutschland, gran permio che segna il ritorno in pista del Campione del Mondo in carica Valentino Rossi. L'italiano chiude quarto una gara nella quale regala emozioni fino all'ultima curva, dove perde il confronto con Casey Stoner e, di conseguenza, il podio.
La svolta della gara arriva con l'incidente di Randy de Puniet (che riporterà la frattura della tibia) dopo soli nove giri nel quale saranno vittime anche gli spagnoli Alvaro Bautista e Aleix Espargaró. Bandiere rosse e seconda partenza nella quale mancheranno tutti e tre.
Vince Dani Pedrosa su Repsol Honda, dimostrando, per la seconda volta in stagione dopo la gara del Mugello, di essere il vero rivale di Jorge Lorenzo, comunque secondo e sempre più aggrappato ad una classifica generale che non può che sorridergli. La sfida tra i due spagnoli si vede solo per qualche giro, almeno fino a quando il pilota del team Fiat Yamaha decide di "accontentarsi", per una volta, della seconda piazza.
Come detto sul podio ci va Casey Stoner. Per lui si tratta del secondo terzo posto stagionale, ma anche in questa occasione probabilmente egli stesso si aspettava di poter competere con i primi della classe.
Con Rossi quarto sorridono anche Andrea Dovizioso (Repsol Honda) e soprattutto Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) che completano una top6 per metà, anche se la seconda, tutta italiana. Con questo risultato Simoncelli recupera qualche punta nella classifica rookies nei confronti di Spies oggi 8º.
In una gara con soli 12 piloti al traguardo (Bautista, Espargaró, De Puniet e Edwards costretti al ritiro) c'è spazio anche per la 12ª posizione, anche se ultima, di Alex De Angelis, al ritorno in MotoGP con il team Interwetten MotoGP.

MOTO2; Elias trionfa in Germania

Grande rimonta del leader della classifica generale che precede Andrea Iannone e Roberto Rolfo sul podio dell'eni Motorrad Grand Prix Deutschland.

Raffaele De Rosa, Hector Faubel, Lukas Pesek, Joan Olivé e Ricky Cardus sono i protagonisti in negativo della partenza dell'eni Motorrad Grand Prix Deutschland. I cinque piloti finiscono al suolo alla prima curva, mentre i piloti del team Fimmco Speed Up Gabor Talmacsi e Andrea Iannone comandano il gruppo. Cade subito anche il vincitore della gara di Montmeló Yuki Takahashi (Tech3 Racing).
Caduta importante per la classifica con Julian Simon che perde aderenza in una delle poche curve verso sinistra. Lo spagnolo lascia così la terza posizione provvisoria a Simone Corsi (JiR Moto2).
Il ritmo di gara di Andrea Iannone sembra, ancora una volta irraggiungibile anche per il compagno di squadra Talmacsi. Intanto fuori anche Arne Tode, che partiva dalla seconda piazza sulla griglia, Alex Debon (Areoport de Castellò) e Sergio Gadea (Tenerife 40 Pons).
Lascia la gara anche Tom Luthi (Intewetten Moriwaki), mentre davanti buona rimonta di Toni Elias che passa dalla settima alla terza posizione e ora corre a 7 secondi circa dalla testa della corsa.
A 11 giri dal termine l'accoppiata Elias-Corsi raggiunge e supera Gabor Talmacsi. Iannone ora ha soli 2 secondi di vantaggio e parecchi chilometri ancora da correre. Abbandona Simone Corsi dopo una caduta alla curva 12.
Passano sole cinque tornate ed Elias è già davanti a tutti, mentre l'abruzzese prova a rispondere e rimane attaccato alla ruota dello spagnolo. Dietro altra grande rimonta di Rolfo che supera Talmacsi e si mette in posizione di podio.
Elias sottolinea la propria supremazia in classifica con una vittoria spettacolare in rimonta su Andrea Iannone che con questo podio trova la terza piazza nella classifica mondiale. Il podio è completato da Roberto Rolfo (Italtrans STR) che vince il duello con Fonzi Nieto solo nell'ultimo giro.
Karel Abraham (Cardion AB) e Gabor Talmacsi (Fimmco Speed Up) completano la top six.

125; Tripudio Marquez sul Sachsenring

Una caduta nel finale di Pol Espargaró consegna nelle mani dello spagnolo la quinta vittoria consecutiva e una forte leadership nel Campionato.

Buona partenza per Bradley Smith su Bancaja Aspar, mentre incredibile l'uscita dai blocchi dei piloti di casa Jonas Folger (Ongetta Racing) e Marcel Schrotter (Interwetten Honda) che sfruttano una scelta di gomme meno "coraggiosa" per provare la fuga. Subito fuori Luis Salom (Stipa Molenaar) per problemi meccanici, Alberto Moncayo (Andalucia Cajasol) per una caduta e Marco Ravaioli.
La fuga tedesca dura solo sette giri con Marquez ed Espargaró che iniziano già la sfida per la vittoria e per la leadership del mondiale a 20 giri dal termine. Staccati tutti gli altri con Krummenacher, Rabat e Smith a giocarsi il podio. Si ritirano anche le wildcard Fritz e Hubsch.
È duello totale tra il pilota del Red Bull Ajo Motorsport e il pilota del Tuenti Racing numero 44 che a nove giri dal termine vantano 21 secondi netti sul gruppo in lotta per la terza posizione. Per il podio ora sono almeno cinque i piloti in lizza per il terzo gradino con l'arrivo di Koyama e Cortese. Numerose le cadute con Martin, Iwema, Grotzkyj e Finsterbusch che si aggiungono ad una lista già importante.
A tre giri dal termine cade Randy Krummenacher (Stipa Molenaar) all'altezza della curva 1, e pochi secondi dopo Pol Espargaró sul rettilineo a 200 km/h tocca l'erba sintetica e finisce al suolo ed è costretto al ritiro.
Tutto facile per Marc Marquez che conquista così la quinta vittoria consecutiva e con 157 punti entra nella pausa estiva come leader della classifica generale e 26 punti di vantaggio proprio su Pol Espargaró. Solo Valentino Rossi nel 1997 era riuscito a conquistare tante vittorie consecutive nell'ottavo di litro.
Sul podio anche il giapponese del Racing Team Germany Tomoyoshi Koyama e il pilota di casa dell'Avant Mitsubishi Ajo Sandro Cortese, bravo a superare Esteve Rabat nell'ultima curva prima del traguardo. Smith (Bancaja Aspar) completa la top five.
Con questa vittoria Derbi si porta a 100 vittorie nella storia del Campionato del Mondo.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum