Non sei connesso Connettiti o registrati

WSBK 2010 - GP INGHILTERRA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 WSBK 2010 - GP INGHILTERRA il Mer 28 Lug 2010, 10:12

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Il circuito di Silverstone l'unico "nuovo" tracciato nel calendario Mondiale Superbike di questa stagione 2010

Domenica prossima a Silverstone si corre il decimo round del Campionato Mondiale Superbike 2010. Campionato dominato da Max Biaggi con 352 punti seguito da Leon Haslam con 284 e Janathan Rea con 203. Per Biaggi si prospetta un week end molto duro perchè i piloti inglesi capitanatati proprio da Haslam e Rea sono seriamente intenzionati a stoppare la fuga verso il titolo del pilota Aprilia.
Saranno otto i piloti britannici al via, Leon Haslam (Suzuki Alstare), Jonathan Rea (Hannspree Ten Kate Honda), James Toseland e Cal Crutchlow (Yamaha Sterilgarda), Shane Byrne (Althea Ducati), Leon Camier (Aprilia Alitalia) e Tom Sykes (Kawasaki Racing Team). A questi si aggiunge la wild card Thomas Bridewell che gareggerà con la Honda CBR1000RR del team Quay Garage.
Da tenere d’cchio anche altre due wild card, l’australiano Joshua Brookes e il giapponese Ryuichi Kiyonari fresco vincitore della 8 ore di Suzuka che correranno con le CBR 1000 RR del Team HM Plant Honda. I due sono rispettivamente secondo e terzo nel BSB, con all’attivo quattro vittorie ciascuno. A seguire gli orari per seguire il week end targato SBK!

ORARI TV E STREAMING
Sabato 31 luglio
La7
11:45 Superbike - Qualifiche 2 (diretta)
15:50 Superbike - Superpole (diretta)

Dalhia sport2
15:55 Superbike - Superpole (diretta)
18:55 Superstock 600 - Gara (diretta)

Domenica 1 agosto
La7 e La7.it
13:00 Superbike Gara 1 (diretta)
14:25 Superbike Gara (diretta solo su La7.it)
16:20 Superbike Gara 2 (diretta)


Dalhia sport2
11:35 Superstock 1000 - Gara (diretta)
13:00 Superbike Gara 1 (diretta)
14:25 Superbike Gara (diretta)
16:20 Superbike Gara 2 (diretta)
17:50 Superstock 600 gara (replica)


Eurosport
11.40 Superstock 1000 - Gara (diretta Eurosport 2)
13:00 Superbike Gara 1 (diretta Eurosport 2)
14.30 Supersport - Gara (diretta Eurosport/HD)
16:30 Superbike Gara 2 (diretta Eurosport 2)
17:15 Supersport - Gara (replica Eurosport/HD)
18:00 Superbike Gara 2 (replica Eurosport/HD)


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

2 Re: WSBK 2010 - GP INGHILTERRA il Sab 31 Lug 2010, 20:54

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
"The Dog" sbrana tutti, altra Superpole

Nel decimo round del Mondiale a Silvesrtone Cal Crutchlow su Yamaha strappa la quinta Superpole stagionale con un giro fantastico: secondo a quattro decimi Rea su Honda e Fabrizio su Ducati. Seguono l'ottimo Smrz, la Suzuki di Haslam e il leader del Mondiale Max Biaggi davanti alle due BMW

Non c'è storia con Cal Crutchlow nelle sessioni si Superpole in questo 2010. L'inglese anche a Silverstone, o meglio a maggior ragione sul tracciato di casa, ha dimostrato ancora una volta che sul giro secco il campione è lui nella Superbike.
Pole e giro record in 2'04.091, un tempo inarrivabile per chiunque, anche per lo stesso Jonathan Rea che a bordo della sua Honda si è dimostrato l'unico vero rivale per il pilota Yamaha.
Max Biaggi ha solo tentato di combattere, ma i problemi evidenziati alla vigilia del fine settimana, e sottolineati anche nelle tre fasi, non gli hanno permesso di attaccare la vetta. Troppo netto il divario con la Yamaha addomesticata del britannico (con il sospetto che il merito sia anche un po' di Valentino Rossi), e troppo grande l'orgoglio della concorrenza di Sua Maestà.
Nonostante tutto il 'corsaro' ha comunque superato le due selezioni iniziali (anche se la seconda un po' a fatica), e si è piazzato alla fine in sesta piazza proprio a ridosso del rivale Leon Haslam, che ha gestito l'intera sessione sui tempi del romano.
Biaggi ha evidenziato questi fastidi di ciclistica che le sconnessioni di Silverstone e in particolare il curvone nella parte finale del tracciato hanno marcato, costringendolo a una qualifica intelligente. Problemi che invece non hanno tediato la sorperesa di questa sessione, Jakub Smrz, che con la RS-V privata del team Pata si è trovato a suo agio tanto da far registrare un brillante quarto crono.
Esaltante anche la prestazione di Michel Fabrizio, che ha fatto nuovamente brillare la 1098 e ha riportato il sorriso in casa Ducati col terzo tempo finale. Il centauro di Borgo Panigale ha dimostrato di avere un passo migliore rispetto alle precedenti gare, inferiore solo agli specialisti britannici di Yamaha e Honda. Non deludono anche i piloti della BMW, dato che Troy Corser e Ruben Xaus riescono entrambe a risultare tra i primi otto, sebbene paghino ancora sul giro secco.
Le delusioni, invece, si leggono ancora sui volti degli altri inglesi James Toseland e Leon Camier, eliminati entrambe nella fase due, come su quello di Noryiuki Haga ritornato di nuovo lo spettro si sé col 15° tempo.

SUPERSPORT: Eugene Laverty in pole position a Silverstone

L’irlandese precede Sofuoglu, Lascorz e Tamburini

Eugene Laverty ha centrato la pole position a Silverstone nel Campionato Mondiale Supersport. L’irlandese della Honda è riuscito a far meglio del rivale Kenan Sofuoglu, secondo e dello spagnolo Johan Lascorz, terzo.
Ottimo quarto tempo per l’italiano Roberto Tamburini, wild card a Silverstone, che chiude così la prima fila.
Seconda fila invece per Harms, Gino Rea, Fujiwara e Massimo Roccolo, ottavo.
Per quanto riguarda invece gli altri italiani in pista a Silverstone, Vittorio Iannuzzo si è qualificato diciannovesimo, mentre Danilo Dell’Omo ventunesimo.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

3 Re: WSBK 2010 - GP INGHILTERRA il Dom 01 Ago 2010, 21:15

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Crutchl-show in casa, Rea non può nulla

A Silverstone Cal Crutchlow su Yamaha centra una strepitosa doppietta precedendo per due volte la Honda di Rea. Haslam coglie un podio e un quarto posto che gli fanno guadagnare otto punti in classifica su Max Biaggi, rispettivamente quinto e sesto: ora il Corsaro dell'Aprilia è a +60

La prima manche sullo spettacolare circuito di Silverstone vede un podio tutto inglese, con i piloti di casa che erano favoriti alla vigilia: dopo aver dominato in Superpole e nelle qualifiche, Cal Crutchlow coglie il primo successo nelle derivate di serie con pieno merito precedendo un combattivo Rea e un Haslam che ancora culla sogni di Mondiale.
Cade qualche goccia di pioggia nel giro di ricognizione: Ruben Xaus effettua la tornata che porta all’allineamento dopo tutti gli altri perché la sua BMW fatica a partire ma, aiutato dai tecnici, alla fine il pilota catalano riesce a prendere il via.
Alla partenza scatta bene Johnny Rea che prende il comando della corsa ma il connazionale Crutchlow non vuole saperne di lasciarlo scappare. Ottimo anche lo spunto di Biaggi che si piazza in terza posizione e piano piano comincia a perdere posizioni e viene risucchiato dalla Ducati di Fabrizio, dalla Suzuki di Haslam e anche dall’Aprilia del suo compagno di squadra Camier.
Davanti Rea sembra tenere testa a “The Dog”, ma a metà gara arriva il sorpasso dell’alfiere di casa Yamaha che innesta il turbo e si lascia alle spalle il pilota della Honda. Intanto Haslam vede le difficoltà di Max Biaggi e comincia una rimonta che si ferma al terzo posto. Un risultato che cambia poco in ottica iridata, visto che il Corsaro dell’Aprilia termina quinto, dietro a Fabrizio, ma “protetto” dal suo compagno di squadra Leon Camier che tiene a bada un gruppetto irrequieto formato da Checa, Toseland e Byrne. Indietro le BMW con Corser decimo e Xaus 17esimo.
In gara-2 altro soliloquio britannico con cinque piloti nelle prime cinque posizioni: il successo va ancora al campione del mondo Supersport davanti a Rea e Camier: all’appello dei "Magnifici Sette" manca solo Shane Byrne, ottavo con la Ducati, e Tom Sykes su Kawasaki, 14esimo.
La partenza della seconda manche è una fotocopia della prima: Rea prende la leadership seguito da Crutchlow e da Max Biaggi, che allo scatto sembra avere qualcosa in più con la sua RSV4. Ma il Corsaro si fa infilare prima da Corser e poi da Haslam con il “coccodrillo” della BMW che al secondo giro finisce nella ghiaia dopo una spettacolare scivolata senza conseguenze. I due battistrada cominciano ad imporre il loro ritmo forsennato, sei decimi più veloci a ogni giro sui diretti inseguitori.
A tre giri dalla bandiera a scacchi si accende la fantastica bagarre tra Rea e Toseland: "The Dog" rischia tantissimo ma riesce a mettersi dietro ancora una volta l’alfiere Honda che non riesce a replicare. Dopo il successo in gara-1, the Dog vola indisturbato verso la sua prima fantastica doppietta in SBK. Questa volta Camier non risparmia Biaggi: il campione in carica del BSB vuole e ottiene il podio nella gara di casa superando agevolmente il Corsaro e a metà gara mette le ruote anche davanti a Haslam, che non riesce a riportarsi sui connazionali di Honda e Yamaha, davvero irraggiungibili.
Il leader del Mondiale si complica poi un po’ la vita finendo lungo in staccata: Toseland lo scavalca agevolemente, ma Biaggi ottiene comunque un discreto sesto posto finale, che gli fa perdere complessivamente solo otto punti da Haslam, ora a -60. Problemi per Neukirchner (ritirato dopo il discreto undicesimo posto di gara-1) e Michel Fabrizio, che a sette giri dal traguardo è costretto a parcheggiare ai box la sua Ducati 1198: meglio non fa Haga, che precipita e chiude solo 14esimo. Undicesima l’unica BMW al traguardo di Ruben Xaus. Non ha preso il via Luca Scassa, dopo la brutta caduta a 270 km/h nelle qualifiche di sabato che lo ha costretto a fare da spettatore.

La classifica piloti: Max Biaggi 373; Leon Haslam 313; Jonathan Rea 243; Carlos Checa 204; Cal Crutchlow 188; James Toseland 179; Noriyuki Haga 177; Leon Camier 164; Michel Fabrizio 160; Troy Corser 155; Sylvain Guintoli 151; Shane Byrne 123; Jakub Smrz 71; Ruben Xaus 69; Luca Scassa 53

La classifica costruttori: APRILIA 385; SUZUKI 334; DUCATI 297; YAMAHA 256; HONDA 254; BMW 174; KAWASAKI 57

SUPERSPORT; LAVERTY TRIONFA DOPO UN INCREDIBILE INCIDENTE - La gara della SS si apre con un incidente alla "Copse Curve": Laverty e Lascorz si incrociano velocemente le traiettorie e si toccano con lo spagnolo che perde l’anteriore della moto e viene investito da Roberto Tamburini: frattura alla costola per Lascorz mentre il pilota italiano sbatte contro le protezioni e la sua Yamaha prende fuoco ma per fortuna se la cava con una botta alla spalla. Laverty ottiene poi una splendida vittoria e si porta a -17 in classifica da Kenan Sofuoglu con cui ha lottato fino all’ultimo metro. Terzo Gino Rea che coglie il suo primo podio alla sua stagione da rookie.


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum