Non sei connesso Connettiti o registrati

SBK 2010 - GP GERMANIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 SBK 2010 - GP GERMANIA il Mer 01 Set 2010, 13:54

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Max Biaggi (Aprilia Alitalia) dal Nurburgring verso il Mondiale

Inizierà dal circuito tedesco del Nurburgring la fase finale dell'HANNspree FIM Superbike World Championship 2010 che si concluderà tra tre round il 3 ottobre in Francia. I sessanta punti di vantaggio su Leon Haslam (Suzuki Alstare) - attualmente secondo in classifica - consentiranno a Max Biaggi (Aprilia Alitalia) di affrontare le ultime tre gare del Mondiale Superbike 2010 con una certa tranquillità. La grande esperienza sportiva permetterà al romano di poter gestire le sue gare in funzione degli avversari e della messa a punto della sua moto. Biaggi, comunque, non sembra voler gareggiare di rimessa e cercherà certamente di aumentare il suo bottino di vittorie che, al momento, conta nove centri. Lo scorso anno il "Corsaro" al Nurburgring colse un quarto ed un quinto posto.
Chi ha vinto sul circuito tedesco ma nella Supersport è stato Cal Crutchlow, l'inglese della Yamaha Sterilgarda reduce dalla fantastica doppietta sul circuito di Silverstone ai primi di agosto. Il campione del mondo della 600 in carica è riuscito, finalmente, a salire sul gradino più alto del podio, dopo aver centrato cinque Superpole, e certamente vorrà migliorare la propria attuale posizione in classifica generale (quinto).
Non dovrebbe avere difficoltà a difendere la seconda posizione, invece, Leon Haslam (Suzuki Alstare) che ha settanta punti di vantaggio sul terzo classificato, il connazionale Jonathan Rea. Haslam è salito sul podio (terzo) a Silverstone ma spera in un finale di stagione in crescita o, meglio, in linea con la prima parte della stagione che lo aveva visto, fino a Miller, guidare la classifica di campionato. Due secondi posti a Silverstone non hanno soddisfatto Jonathan Rea (Hannspree Ten Kate Honda), vincitore di gara 2 qui lo scorso anno, che ha centrato una doppietta ad Assen e si è imposto in gara 1 a Brno. Il britannico potrebbe doversi difendere da Carlos Checa (Ducati Althea), attualmente al quarto posto.
A proposito di Ducati, il team e i piloti ufficiali della Casa bolognese cercheranno di concludere questa travagliata stagione nel migliore dei modi e Michel Fabrizio e Noriyuki Haga daranno il massimo per riportare la bicilindrica italiana nelle primissime posizioni. Nelle ultime gare il romano è salito sul podio a Misano e Brno ma proverà a ripetere la prestazione di Kyalami quando vinse gara 1.
Visto che il mercato piloti sarà in pieno fermato nel paddock del Nurburgring, saranno molti i concorrenti che cercheranno di mettersi in luce per puntare alla conferma o ad un altro ingaggio. Tra questi ci saranno James Toseland (Yamaha Sterilgarda) autore di una stagione, forse, al di sotto delle aspettative o uno dei pochi tedeschi in pista Max Neukirchner (Hannspree Tan Kate Honda), mentre l'irlandese Ian Lowry sostituirà l'infortunato Chris Vermeulen sulla Kawasaki ufficiale.
Per quanto riguarda gli altri italiani in pista, Luca Scassa (Ducati Supersonic Racing Team) sarà al rientro dopo l'infortunio nelle prove di Silverstone, mentre Lorenzo Lanzi (Ducati DFX Corse) punterà ancora alla zona punti che lo ha visto sempre presente nelle ultime tre gare. Matteo Baiocco sarà come al solito alla guida della Kawasaki del team Pedercini. Fabrizio Lai, salirà, invece, sulla Honda del team Echo-CRS al posto di Broc Parkes.
SUPERSPORT: L'incidente del quale è stato protagonista a Silverstone Joan Lascorz (Kawasaki Motocard.com) ha privato il mondiale Supersport di uno dei tre candidati al titolo 2010. La partita, quindi, rimane tra Kenan Sofuoglu (Hannspree Ten Kate Honda) e Eugene Laverty (Honda Parkalgar), rispettivamente primo e secondo nella classifica provvisoria del mondiale. Il turco ha diciassette punti di vantaggio ma l'irlandese ha vinto quattro volte sinora (l'ultima a Silverstone) e sembra intenzionato a non mollare fino alla fine. Lo scorso anno, sul circuito tedesco, Laverty concluse al secondo posto alle spalle del vincitore Crutchlow; Sofuoglu fu costretto al ritiro per una caduta. Lascorz, nonostante l'incidente, dovrebbe mantenere la terza posizione, considerando il vantaggio di 77 punti su Chaz Davies, miglior pilota del team ParkinGO Triumph BE1. L'inglese è salito per tre volte sul gradino più basso del podio ma punta ad un risultato migliore. Da seguire la crescita sportiva del campione europeo della Superstock 600, Gino Rea, terzo a Silverstone e quinto nella classifica mondiale. Gli italiani sono attesi al riscatto: mentre è atteso il rientro di Michele Pirro dopo l'incidente di Brno, Massimo Roccoli (Honda Intermoto Czech) e Vittorio Iannuzzo (ParkingGO BE1 Triumph) sono chiamati al Nurburgring ad una prova all'altezza delle loro possibilità. Completa la pattuglia tricolore Danilo Dell'Omo (Honda Kuja Racing).
SUPERSTOCK 1000: Conquistata matematicamente la FIM Cup 2010, Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia STK team) punta a stabilire il record assoluto delle vittorie in una stagione. Attualmente ha fissato l'asticella sulle sette vittorie ma il pilota di Biella, romagnolo di adozione, cercherà di migliorare ulteriormente il proprio record. Rimane aperta la battaglia sportiva per la seconda posizione, attualmente detenuta da Maxime Berger (Honda Ten Kate Race Junior) che vanta due punti di vantaggio su Michele Magnoni (Honda Bevilacqua Corse), mentre Andrea Antonelli (Honda Lorini) è distaccato di tredici lunghezze. Non molto distante Davide Giugliano (Suzuki Team06) che sul circuito tedesco è stato protagonista di belle prove (nel 2009 fu quarto). Da seguire anche Danilo Petrucci (Kawasaki Pedercini), Lorenzo Zanetti (Ducati SS Lazio Motorsport) e Daniele Beretta (BMW Motorrad Italia STK team).
SUPERSTOCK 600: Quando mancano tre gare al termine del campionato europeo, il francese Jeremy Guarnoni (Yamaha MRS Racing) guida la classifica con 26 punti di vantaggio sul connazionale Florian Marino (Honda Ten Kate Race Junior). I due transalpini sono stati autori di una stagione spettacolare e il leader della classifica proverà ad allungare sul suo pericoloso avversario che continua a salire costantemente sul podio. Guarnoni ha al suo attivo quattro vittorie, contro le due di Marino. A cercare di contrastare la marcia trionfale dei due francesi ci proveranno ancora i nostri giovani, per la prima volta a digiuno di vittorie in questo campionato. Davide Fanelli (Honda All Service System by QDP) è in grande crescita - a Silverstone ha sfiorato il podio -, mentre i due alfieri del team Martini Corse, Federico D'Annunzio e Dino Lombardi cercheranno di difendere la terza e quarta posizione in campionato. Attesa per la prova di Giuliano Gregorini (Yamaha Elle2 Promotion).
IL CIRCUITO - Il tracciato sul quale si correrà domenica la prova del mondiale Superbike è l'erede del mitico circuito stradale. L'attuale percorso, permanente, nella versione iridata è lungo 5,137 km con sei curve a sinistra e dieci a destra. Il record della pista per la Superbike è stato stabilito da Jonathan Rea nel 2009 con il tempo di 1'56"234 alla media di 159,103 km/h, mentre il record ufficioso è detenuto da Max Neukirchner (Suzuki) che nel 2008 fissò il crono di 1'55"471 alla media di 160,150 km/h.

ORARI TV E STREAMING
Sabato 4 settembre
10:45 SBK - qualifiche; La7 (diretta)
14:35 SBK - Superpole; La7, Dalhiasport2 (diretta)
17:55 Superstock 600 - Gara; Dalhiasport2 (diretta)

Domenica 5 settembre
10:30 Superstock 1000 - Gara; Eurosport2, Dalhiasport2 (diretta)
11:25 SBK - Gara 1; La7,Eurosport, Dalhiasport2 e La7.it (diretta)
13:00 Supersport - Gara; Eurosport2, Dalhiasport2 e La7.it (diretta)
15:15 SBK - Gara 2; La7, Eurosport, Dalhiasport2 e La7.it (diretta)



____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

2 Re: SBK 2010 - GP GERMANIA il Sab 04 Set 2010, 20:27

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Biaggi conquista la Superpole al Nürburgring (VIDEO IN BASSO)

Grande prestazione di Biaggi che piazza la zampata decisiva al momento giusto e precede Checa e Toseland. L’inglese però viene squalificato e Guintoli passa al terzo posto. Debacle BMW

I campioni sono quelli che riescono a fare la cosa giusta al momento giusto ed è esattamente quanto ha fatto qui al Nurburgring Max Biaggi che ha come sempre utilizzato le prove per mettere a punto la sua Aprilia in previsione della Superpole ma soprattutto delle due gare di domani che potrebbero rappresentare un passo definitivo del Corsaro verso il titolo mondiale.
Dietro a Biaggi troviamo Carlos Checa che è andato fortissimo in tutto il weekend e pur non essendo un esperto della Superpole è stato in testa sino a pochi minuti dalla fine quando Biaggi ha fatto meglio di lui di soli tre decimi.
Se si escludono le prime due posizioni, questa è stata la Superpole delle sorprese positive ma anche negative. Positiva senza dubbio la prestazione di Toseland che è sembrato a disagio per tutto il weekend sulla pista tedesca salvo poi stupire tutti in Superpole. Successivamente l’inglese della Yamaha è stato retrocesso all’ottavo posto per essere entrato in pista quando ancora il semaforo segnava rosso e quindi il terzo posto è stato attribuito a Guintoli.
Positivo il risultato di Haga che domani partirà dalla seconda fila in setsta posizione. Non gli capitava da tempo. Molto positiva la prestazione di Sykes che porta la Kawasaki nella fase finale della Superpole e domani partirà vicino ad Haga dalla seconda fila.
La delusione più cocente arriva dalla BMW. Il clima nel team non è dei più sereni ed il nervosismo ha tradito Xaus ma soprattutto Corser. Lo spagnolo non è nuovo a cadere nei momenti cruciali, ma Corser dopo essere caduto nelle prove libere che precedono la Superpole è riuscito a cadere sia nella prima che nella seconda fase. Domani Troy partirà dalla quarta fila. Un brutto colpo per le ambizioni della BMW che sulla pista di casa puntava alla sua prima vittoria.
Ottimo Guintoli autore di una prestazione maiuscola che gli ha consentito di precedere Rea quarto ed il compagno di squadra Haslam che ha concluso quinto. Sorpresa negativa anche per Crutchlow. Mr.Superpole non è entrato nella terza ed ultima fase, forse deconcentrato dalla voci di mercato. Stessa sorte anche per Fabrizio che non è entrato nell’ultima sessione e che domani dovrà prendere il via dalla terza fila. Anche per lui l’alibi della situazione del mercato, che può avergli tolto concentrazione.
Grossa delusione per Byrne che dopo le ottime prove di ieri e di questa mattina è stato eliminato addirittura nella prima fase, assieme ai piloti Kawsasaki Hayden e Lowry. La seconda sessione invece ha visto l’eliminazione, oltre che di Corser, Xaus, Fabrizio e Crutchlow, anche di Smrz, Lanzi Neukirchner e Scassa. Il pilota italiano non è al massimo della forma dopo le cadute di Brno e di Silverstone, mentre Smrz non mai riuscito a mettersi in luce, anche se, se non altro, non è caduto come invece ultimamente gli capitava.
Le due gare di domani saranno come sempre da non perdere e vedremo chi sarà in grado di tenere il passo del leader del mondiale. Da come sono andate le prove Max sembra decisamente favorito, Però Checa ed Haga hanno mostrato un ottimo passo di gara ed entrambi vogliono dimostrare di essere ancora in grado di lottare per la vittoria. Inoltre i soliti terribili ragazzi inglesi Rea, Haslam, Toseland e Crutchlow cercheranno di rompere e di scardinare la resistenza dei più esperti avversari. Anche Guintoli è in splendida forma e sarà della partita. Peccato per le BMW e soprattutto per Corser che per tutto il weekend aveva dato la netta sensazione di poter lottare almeno per il podio.

I tempi della Superpole
1 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 1'54.595
2 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'54.621
3 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1'54.909
4 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1'54.934
5 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'55.138
6 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'55.161
7 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'55.276
8 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'55.378
9 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'55.264
10 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1'55.295
11 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'55.375
12 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1'55.524
13 96 Smrz J. (CZE) Aprilia RSV4 Factory 1'55.577
14 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'55.599
15 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1'55.735
16 99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 1'55.908
17 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'56.457
18 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'57.613
19 5 Lowry I. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'57.669
20 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 Factory 1'56.825
21 33 Lai F. (ITA) Honda CBR1000RR 1'58.812
22 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'59.875

Ecco la sintesi dell superpole
http://www.youtube.com/watch?v=jkHQWS529Uk


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

3 Re: SBK 2010 - GP GERMANIA il Dom 05 Set 2010, 11:28

Jamba

avatar
m'briak
m'briak
Sono riuscito a vederla , bella pole Cool

Vedi il profilo dell'utente

4 Re: SBK 2010 - GP GERMANIA il Dom 05 Set 2010, 18:45

u cici

avatar
Responsabile Video
Responsabile Video
Biaggi si piazza, sarà festa a Imola

Jonathan Rea si aggiudica gara 1 del GP di Germania dominando i 20 giri di gara davanti al sempreverde Carlos Checa e Cal Crutchlow. Biaggi chiude quarto e quinto in gara 2, quando si impone Haga. L'itailano attende il 26 settembre

GARA 1 – Poco spettacolo nella prima delle due manche del Nurburgring. Biaggi, dopo la superpole di ieri, avrebbe voluto chiudere il discorso mondiale. La partenza però ha 'sospeso' i sogni del romano che ha perso diverse posizioni a causa di un errore di Checa che, nel tentativo di superarlo, lo ha portato fuori traiettoria. In testa si forma un terzetto con Rea, Checa e Haga, inseguiti da vicinio da Crutchlow. Fabrizio casca al quarto giro nel tentativo di superare Sykes regalando una posizione importante a Biaggi che ne approfitta passando proprio Sykes guadagnando la quinta piazza. In molti, tra cui Toseland, finiscono a terra. Intanto davanti Jonathan Rea saluta la compagnia. Le posizioni si stabilizzano fino a quando la scivolata di Haga porta il 'Corsaro Nero' subito alle spalle del terzetto di testa. A 3 giri dalla fine Crutchlow finisce largo ma è fortunato perché rientra in pista proprio davanti a Biaggi, una distanza di sicurezza che gli permette di salire comunque sul podio. Rea con la sua Honda Cbr 1000RR torna a vincere dopo Brno. Per lui è il quinto podio consecutivo, il sesto successo in carriera ed ora si avvicina ad Haslam in classifica gernerale. Secondo il sempreverde Carlos Checa.

GARA 2 - Il successo nel secondo appuntamento è invece di “Nitro” Haga, che precede al traguardo il trio britannico composto da Jonathan Rea (Honda), Leon Haslam (Suzuki) e Cal Crutchlow (Yamaha). Biaggi chiude al quinto posto e dopo il quarto di gara 1 è costretto a rinviare la festa per il Mondiale. Ma non è un problema drammatico, anzi. Il pilota dell’Alitalia Racing è a 397 punti con 58 di vantaggio su Haslam. E, ora, Biaggi può diventare campione il prossimo 26 settembre a Imola. In fondo, non c’è niente di meglio che festeggiare a casa...

BIAGGI COMUNQUE DISPIACIUTO – “Un peccato – confessa il romano al termine di gara 2 – perché bbiamo lottato tutto il weekend con problemi di aderenza e chattering. So di poter essere decisamente più veloce, infatti in Superpole con la gomma morbida abbiamo fatto segnare un ottimo tempo. L'importante è saper gestire anche le difficoltà: abbiamo portato a casa punti pesanti in ottica campionato, ora mancano due gare e siamo ancora lì davanti. Il traguardo si avvicina ma non dobbiamo fare l'errore di sottovalutare i nostri avversari, che anche oggi hanno dimostrato la loro determinazione nello sfruttare ogni nostro passo falso."


____________________

CREDERCI SEMPRE MOLLARE MAI
Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum